L’oro vola, merito della Banca Nazionale Svizzera

Chiusura in netto rialzo, ieri sera, per il prezzo dell’oro: il future con scadenza a febbraio è riuscito a crescere del 2,5% al Comex, assestandosi sui 1.264,80 dollari l’oncia: un risultato, questo, che rappresenta il livello più alto da ottobre 2014 a questa parte.

Un rialzo influenzato principalmente dalla decisione della Banca Nazionale Svizzera di salutare il cambio minimo con l’euro. Gli investitori, scossi da questa novità inattesa, hanno deciso così di ripiegare sulla solidità di questo metallo.

Anche un dollaro zoppicante ha certamente contribuito alla crescita dell’oro. Il Dollar Index è sceso infatti a 91,51 punti contro i 92,09 di mercoledì. Non a caso, anche gli altri principali metalli si sono ben comportati.

Vola il rame, il cui prezzo è cresciuto del 2,1%, mentre si sono ben comportati anche platino e palladio, rispettivamente +1,9% e +1,8%. Guadagna anche l’argento: +0,7%.

Lascia un commento

Copyright © 2017. All Rights Reserved. Guadagnare Opzioni Binarie | Flytonic Theme by Flytonic.