La Crescita Economica Sotto Le Stime Vede Il Dollaro In Discesa

Milano, 30 aprile 2014 – Incremento ridotto in tre anni per quanto riguarda il Prodotto interno lordo della prima economia. Tale dato relativo al Pil americano dei primi tre mesi ha lasciato tutti a bocca aperta, mostrando un aumento dello 0,1%, rispetto al 2,6% degli ultimi tre mesi relativi al 2013. Nonostante i problemi dal punto di vista climatico che hanno causato un rallentamento dell’attività economica del Paese, il dato emerso ha decisamente sconvolto tutti gli analisti, poiché si era fissata un margine pari al 1,2%.

A discapito dei dati negativi, la visione economica americana resta ottimista, trovando conferma del Pmi di Chicago, in aumento da 55,9 a 63 punti e nelle 220 mila busta paga della stima Adp. In questa circostanza e in attesa del nuovo taglio riguardo acquisto di asset dai 55 ai 45 miliardi di dollari mensili, l’indice del dollaro è sceso a 79,456 punti.

A dispetto dell’importante rallentamento riguardo la crescita delle attività economiche negli Stati Uniti, si continuano a mantenere le strategie monetarie della banca centrale; secondo le dichiarazioni di Filippo A. Diodovich rilasciate nel Forez Insight di Ig, ci si aspetta che i tassi d’interessa restino immutati su livelli bassi, continuando con il processo di tapering. Sceso fino a 1,3773 dollari nel corso dell’andamento dei prezzi di Eurolandia di aprile, l’incrocio con la moneta unica ha ripreso a salire, fino a 1,3864 dollari. Per poter stabilire che tali segnali evidenzino un concreto cambiamento, il valore dovrà superare 1,39 dollari.

Lascia un commento

Copyright © 2017. All Rights Reserved. Guadagnare Opzioni Binarie | Flytonic Theme by Flytonic.