La Cina svaluta lo yuan, esportazioni europee in apprensione

La Banca Centrale cinese ha tagliato di un altro 1,62% il fixing giornaliero del renminbi contro il dollaro americano, nel tentativo più o meno evidente di porre un freno al rallentamento dell’economica. A luglio, infatti, il settore import ha fatto registrare il nono calo mensile di fila, mentre l’import ha perso l’8,3%.

L’effetto più importante, in Europa, lo sentiranno il settore delle auto e del lusso. Trema Volkswagen, il cui fatturato dipende del 9% dalle esportazioni in Cina. E non è un caso se all’annuncio del taglio le borse di Francoforte e Parigi, dove le case automobilistiche hanno un ruolo preminente, sono quelle che hanno perso di più.

Alla Borsa tedesca, ieri pomeriggio Daimler perdeva il 3,90% mentre Bwm il 3 e Volkswagen il 2,8. A Parigi, invece, calo del 4,1% per Peugeot e del 2,8% per Renault.

Per quanto riguarda il settore del lusso, ieri a PIazza Affari Salvatore Ferragamo ha perso il 3,8%, Luxottica il 3,7% e Moncler e Tod’s il 3,2%.

Lascia un commento

Copyright © 2017. All Rights Reserved. Guadagnare Opzioni Binarie | Flytonic Theme by Flytonic.