Fappening, Google a rischio class action milionaria

Il fenomeno conosciuto come ‘fappening’ rischia di costare caro a Google. Stiamo parlando di quella non certo edificante moda del momento di ‘rubare’ foto private ai VIP e postarle su Internet. Ora le celebrità hanno deciso di alzare la voce e di affidarsi a Martin Singer, avvocato che ha deciso di lanciare un attacco non tanto contro Apple (che offre il servizio iCloud violato ultimamente) ma al celebre motore di ricerca.

Secondo Singer, infatti, Google sarebbe troppo lento nel prendere provvedimenti quando le foto vengono divulgate su Internet, evitando di eliminare i link alle stesse. In questo modo, sostiene l’avvocato, il motore di ricerca può continuare a guadagnare denaro dalla pubblicità che inevitabilmente richiamano nomi quali quelli di Kate Upton o Jennifer Lawrence (tanto per citare solo un paio di dive colpite dal ‘fappening’).

Il legale ha inviato una lettera intimidatoria non solo a Google, ma anche per esempio a Twitter: secondo Singer, quasi tutti  i provider e gli operatori si sono attrezzati per contrastare il ‘fappening’ in maniera consona. A parte, appunto, Google.

Lascia un commento

Copyright © 2017. All Rights Reserved. Guadagnare Opzioni Binarie | Flytonic Theme by Flytonic.