Crisi: la Grecia avrà bisogno di nuovi aiuti

I ministri delle finanze dell’Eurozona  hanno messo in guardia l’opinione pubblica europea contro il pericolo dell’autocompiacimento.

Proprio mentre l’Unione Europea sembra vedere degli incoraggianti segnali di ripresa dopo una recessione da record, i ministri riuniti a Vilnius – capitale della Lituania, paese che detiene al momento il semestre di Presidenza – hanno deciso di insistere nel sottolineare come il ritorno alla crescita non significhi affatto che le riforme dolorose prese nel corso degli ultimi anni possano essere rese “più blande”.

I paesi che sono riusciti a salvarsi grazie ai diversi fondi messi a disposizione dall’Unione sono quelli che soprattutto devono attenersi ai loro obiettivi, senza alcun ulteriore compromesso.

Anche se poi, qualcuno, anche a Vilnius ha sostenuto che alla fine la Grecia potrebbe ancora avere bisogno di ulteriori sforzi da parte dei membri dell’Eurozona.

“Le prospettive economiche stanno migliorando”, ha detto Jeroen Dijsselbloem, capo del gruppo dei 17 ministri delle Finanze dell’Euro, dopo l’incontro tenutosi oggi a Vilnius.

Un ritorno alla crescita dopo una recessione di 18 mesi è il benvenuto, ha detto Dijsselbloem  nel corso di una conferenza stampa, ma la disoccupazione ferma al 12 per cento “è un dato ancora allarmante”.

“Abbiamo bisogno di portare avanti tutte le nostre politiche con forte determinazione”, ha continuato citando le riforme controverse degli ultimi anno che hanno permesso a Bruxelles di sopravvivere al periodo più nero della sua storia.

Lascia un commento

Copyright © 2017. All Rights Reserved. Guadagnare Opzioni Binarie | Flytonic Theme by Flytonic.